Cazzaniga, contestati altri 2 decessi

Salgono a 11 i casi di morti sospette in corsia addebitate a Leonardo Cazzaniga. E' quanto emerge dall'avviso di conclusione della terza tranche dell'indagine 'Angeli e Demoni' che la Procura di Busto Arsizio (Varese) notificherà nei prossimo giorni e nel quale all'ex vice primario del pronto soccorso di Saronno (Varese) vengono contestati altri due omicidi volontari. La notizia è stata confermata dal Procuratore della Repubblica Gianluigi Fontana, titolare del'inchiesta insieme alla pm Maria Cristina Ria. I nuovi casi, antecedenti il 2013, sono stati appurati dopo l'esame di due delle 18 cartelle cliniche ancora al vaglio di inquirenti e investigatori. Cartelle selezionate tra le oltre 80 sequestrare in ospedale il giorno dell'arresto di Cazzaniga, il 29 novembre 2016. Si tratterebbe di due pazienti in età avanzata, trattati con farmaci dal medico in pronto soccorso tra il 2008 e il 2010.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Nebbiuno

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...

    */